• Isabella De Monte
  • Isabella De Monte
  • Isabella De Monte

«In un momento di crisi economica, mai così acuta, l'Italia, paese tra i sei fondatori della Comunità europea, ha il compito di trovare le soluzioni ai problemi di ogni giorno. E queste soluzioni possono venire dall'Europa, devono venire dall'Europa»

Isabella DE MONTE

GUIDA AI FONDI EUROPEI PER IL TURISMO

Sono Isabella De Monte, eurodeputata della commissione Trasporti e turismo, e relatrice del dossier “Nuove sfide e strategie per promuovere il turismo in Europa”, approvato lo scorso autunno dal Parlamento europeo e trasmesso alla commissaria competente Elżbieta Bieńkowska.

E’ con piacere, sperando di fare cosa gradita e utile, che trovate qui a fianco la nuova guida ai fondi europei per il turismo della Commissione Ue, per la prima volta in assoluto anche in italiano, e non solo nella tradizionale versione inglese.

Per me è una soddisfazione personale, perché mettere a disposizione degli operatori del settore e delle pubbliche amministrazioni il volume in italiano era una mia specifica richiesta avanzata alla Commissione europea attraverso il mio dossier. La guida è una sorta di vademecum su tutto ciò che può essere utile per conoscere i fondi europei per chi lavora e investe nel turismo.

Da oggi sarà quindi più semplice utilizzare i finanziamenti comunitari, capire come partecipare a un bando, quali azioni e progetti sono ammissibili al finanziamento, chi può presentare la candidatura. Il manuale, in una sessantina di pagine, spiega tutto questo, in modo semplice, riportando anche esempi concreti delle attività che sono state finanziate nell’ambito dei programmi precedenti. E’ uno strumento concreto e utile a disposizione delle persone, delle aziende e delle pubbliche amministrazioni, che credo meriti la massima diffusione.

Il turismo necessita di nuove e rinnovate attenzioni in sede europea, perché troppo spesso è stato considerato materia non prioritaria: un errore, se si pensa che questo comparto è la terza attività economica dell’Unione, rappresenta il 10 per cento del Pil e occupa 17 milioni di persone. Io ritengo veramente che il turismo sia una leva di sviluppo straordinaria, sulla quale però molto c’è ancora da fare.

Per quanto mi riguarda, io sto lavorando per cercare di raggiungere risultati concreti. Nel mio dossier si affronta il tema della digitalizzazione, dei prodotti turistici paneuropei e transnazionali, dell’accessibilità, della sharing economy, del turismo sostenibile e responsabile; la questione della revisione e semplificazione delle procedure per il rilascio dei visti, la partnership tra pubblico e privato, l’aumento dei fondi europei e, infine, la semplificazione degli strumenti messi a disposizione degli operatori turistici per conoscere e accedere ai fondi, di cui la nuova guida in italiano rappresenta un ottimo esempio.

LA "MIA" GUIDA AI FONDI EUROPEI

Una gran bella soddisfazione personale. Scarica qui a fianco la guida completa.

La Commissione europea ha pubblicato la nuova GUIDA AI FONDI EUROPEI PER IL TURISMO e, per la prima volta in assoluto, non solo in inglese ma anche IN ITALIANO, accogliendo una mia specifica richiesta: mettere a disposizione degli operatori del settore il volume in tutte le lingue comunitarie ufficiali.

La guida è una sorta di vademecum di tutto ciò che può essere utile per conoscere e accedere ai fondi comunitari per chi lavora e investe nel turismo.

Per me è, appunto, una soddisfazione personale, per due motivi. Primo, perché la guida prende spunto anche da alcuni concetti contenuti nel mio dossier sul turismo, approvato lo scorso autunno dal Parlamento europeo e trasmesso alla commissaria competente Elżbieta Bieńkowska. Secondo, perché per la prima volta si utilizzano le lingue dei vari Paesi, e anche questa era una specifica richiesta avanzata alla Commissione attraverso il mio dossier.

Da oggi sarà quindi PIU' SEMPLICE CAPIRE E ACCEDERE AI FONDI UE per il turismo, come partecipare a un bando, quali azioni e progetti sono ammissibili al finanziamento, chi può presentare la candidatura. Il manuale, in una sessantina di pagine, spiega tutto questo, in modo semplice, riportando anche esempi concreti delle attività che sono state finanziate nell’ambito dei programmi precedenti.

Lo sappiamo tutti: in Italia non brilliamo per la capacità di accedere ai finanziamenti europei. Ecco, questo è uno strumento concreto e utile a disposizione delle persone, delle aziende e delle pubbliche amministrazioni.

Qui a fianco il link della guida in pdf per tutti coloro che volessero consultarla o semplicemente darci un’occhiata.

 

Altri articoli...

© 2014 Isabella De Monte